Inquadramento IVA


I consulenti Chogan possono essere inquadrati con il metodo occasionale senza IVA fino al raggiungimento di 6.410 (5.000 euro netti) euro di provvigioni lorde l'anno. 

Come contemplato dalla R.M. 1/E del 27.01.2006 al superamento di Euro 6.410 di provvigioni lorde decade il concetto fiscale di occasionale e subentra l'obbligo dell'iscrizione IVA. Il codice per l'iscrizione IVA è il 46.19.02 con descrizione "Incaricato alle Vendite a Domicilio Legge (173/2005)". Tutte le provvigioni eccedenti il limite di Euro 6.410 devono essere assoggettate ad IVA del 22%.

La risoluzione dell'Agenzia delle entrate n. 18/E del 27.01.2006 ha stabilito il limite di 5.000 Euro netti (Euro 6.410 lorde al netto della detrazione forfettaria del 22%) per ritenere gli incaricati alle vendite a domicilio occasionali e pertanto senza l'obbligo di aprire la partita IVA. Tale risoluzione ha precisato che, dal momento in cui viene aperta la partita IVA, non è più possibile cancellarla anche se, per i successivi anni, gli importi delle provvigioni saranno inferiori ad euro 5.000 netti.

Poiché il regime fiscale con partita iva a cui sono assoggettati i consulenti Chogan è già un regime agevolato e per le caratteristiche intrinseche del regime stesso, questo soggetto fiscale è incompatibile con altre tipologie di soggetti IVA agevolati, diversi da questo. Per esempio soggetti con partita iva nel regime dei minimi (forfettario) non sono compatibili con la tipologia fiscale del consulente Chogan e non potranno essere registrati come consulenti Chogan, a meno che non varino il loro soggetto fiscale come su indicato.

A tale proposito l'azienda propone ai propri consulenti il servizio di consulenza contabile Chogan, tenuto da professionisti del settore, esperti della fiscalità dedicata al mondo del Multi Level Marketing. Qui di seguito un link per guardare il servizio nel dettaglio: https://www.chogangroup.com/shop_servizio_consulenza.php